Suzuki aggiorna la crossover V-Strom 650 2022

Si rinnova la gamma Suzuki V-Strom 650 confermandosi una delle più vendute moto da viaggio e crossover di media cilindrata.

Suzuki V-Strom 650 my2022 crossover test prova recensione moto
Suzuki V-Strom 650 my2022
Cerchi un Hotel, un Ristorante o altro?

Suzuki presenta la gamma V-Strom 650 2022, una delle più vendute crossover di media cilindrata e la best seller della Casa di Hamamatsu.

Con un ampio assortimento di colorazioni, alcune delle quali inedite, e di allestimenti, con possibilità di scelta tra cerchi in lega o cerchi a raggi, la V-Strom 650 può essere acquistata anche scegliendo l’innovativa e pratica formula finanziaria WAY2RIDE.

youtube moto vlog

Indice dei contenuti

  1. Grafiche, design e cerchi
  2. Motore e ciclistica
  3. Comfort ed equipaggiamento
  4. Programma Way2ride

La Sport Enduro Tourer di Hamamatsu sta riscuotendo quest’anno un notevole successo, tanto che il numero degli esemplari venduti dall’inizio del 2021 ha già superato nel corso dell’estate quello totale del 2020. Ciò che rende questa moto tanto amata è la sua capacità unica di associare prestazioni brillanti e uno straordinario piacere di guida a un’impareggiabile affidabilità, qualità apprezzate sia dagli amanti del turismo su due ruote sia da chi utilizza la moto per i piccoli spostamenti quotidiani.

Suzuki V-Strom 650 my2022 crossover test prova recensione moto
Suzuki V-Strom 650 my2022

Grafiche e cerchi

La V-STROM 650 MY2022 veste con un nuovo assortimento di colorazioni un pacchetto tecnico di prim’ordine. La gamma si articola su due varianti che offrono la possibilità di scegliere tra le due anime diverse della stessa moto, una con un carattere più elegante e stradale oppure l’altra, modello XT, in grado di strizzare l’occhio al mondo dell’adventouring e del fuoristrada.

La V-STROM 650 si riconosce per i cerchi in lega neri e per il suo look pulito, può essere ordinata in tre tinte, due delle quali inedite. Si tratta del vivace Blu Montreal e del raffinato Nero Dubai, cui si aggiunge il candido Bianco Cortina.

La V-STROM 650XT si distingue invece a prima vista per la presenza dei cerchi a raggi, adatti a montare pneumatici tubeless e disponibili in due varianti di colore per abbinarsi al meglio con le sovrastrutture. Optando per il Bianco Cortina e il Giallo Petra i cerchi sono infatti dorati, mentre diventano blu con il Nero Dubai e con la nuova livrea Blu Santorini, impreziosita da una finitura grigia per l’inconfondibile frontale a becco. La decisione di legare a ciascuna colorazione in nome di una località sottolinea lo spirito da globetrotter della V-STROM 650.

A differenziare gli esemplari sopra illustrati sono anche le grafiche, che nel caso della V-STROM 650 movimentano il solo cupolino, mentre nel caso della V-STROM 650 XT si estendono anche sul serbatoio. Le V-STROM 650 vendute in Italia sono sempre equipaggiate con i paramani e il puntale di serie.

Suzuki V-Strom 650 my2022 crossover test prova recensione moto
Suzuki V-Strom 650 my2022

Motore e ciclistica

La V-STROM 650 MY2022 è omologata Euro 5. Il suo motore bicilindrico a V di 90 gradi beneficia dei recenti aggiornamenti introdotti per aumentarne le prestazioni e contenere i consumi e le emissioni nocive. Gli sforzi degli ingegneri Suzuki si sono concentrati in particolare sulla ricerca di una combustione ottimale, ottenuta grazie alle tecnologie Dual Spark e Suzuki Dual Throttle Valve e a iniettori a dieci fori, in grado di vaporizzare finemente la benzina. L’efficienza complessiva trae giovamento anche dall’impiego congiunto del trattamento SCEM per le canne dei cilindri e di uno speciale rivestimento per i pistoni, entrambi studiati per contenere gli attriti interni. La V-STROM 650 MY2022 ha una potenza massima di 71 cv a 8.000 giri e una coppia massima di 62 Nm a 6.500 giri, buona parte dei quali disponibili sin dai bassi regimi, per una progressione fluida e rapida in ogni situazione d’impiego. Con un consumo di soli 4 l/100 km e dunque una percorrenza media di 25 km/litro, la V-STROM 650 assicura anche costi di gestione ridotti, mentre la presenza di un serbatoio da 20 litri porta l’autonomia a 450 km.

Gli ingegneri di Hamamatsu hanno scelto l’alluminio sia per il telaio a doppia trave sia per il forcellone della V-STROM 650. Il largo impiego di un materiale così pregiato è una rarità per la categoria e regala alla ciclistica di questa Suzuki un perfetto equilibrio tra rigidezza e leggerezza. Su strada tutto ciò si traduce in un comportamento impareggiabile: che si viaggi da soli oppure con il passeggero ed eventuali bagagli, la V-STROM 650 si rivela agile nelle curve strette e al tempo stesso precisa e stabile nei tratti più veloci.

Suzuki V-Strom 650 my2022 crossover test prova recensione moto
Suzuki V-Strom 650 my2022

Comfort ed equipaggiamento

Nei lunghi trasferimenti a bordo della V-STROM 650 emerge anche un eccezionale comfort di marcia, frutto di un attento studio a livello ergonomico e di un’accurata profilatura del parabrezza, le cui forme sono state definite dopo lunghi test in galleria del vento. L’assetto sfrutta sospensioni di ottima qualità e il mono-ammortizzatore posteriore ha una manopola che permette di modificare il precarico della molla in modo rapido e veloce.

Le V-STROM 650 e 650XT MY2022 dispongono di una ricca dotazione di serie, che esalta la loro eccezionale versatilità. Oltre all’Abs, nell’uso cittadino si apprezzano il Suzuki Easy Start System e il sistema “Partifacile” – Low RPM Assist, che facilitano avviamenti e partenze, mentre sui fondi scivolosi si può contare sul sistema “Aprisereno” – Traction control regolabile su due livelli e disattivabile. Tra gli equipaggiamenti presenti vanno ricordati anche un solido portapacchi ben allineato alla sella e una presa 12V. Questa è utile per alimentare o ricaricare un navigatore o uno smartphone ed è posta accanto a una strumentazione chiara e completa, composta da un contagiri analogico e da un display digitale multifunzione.

WAY2RIDE – Massima libertà, anche nelle scelte future

La V-STROM 650 MY2022 può essere acquistata a condizioni chiare e vantaggiose anche attraverso l’innovativa e pratica formula WAY2RIDE. Questo strumento finanziario flessibile e personalizzabile supera il concetto classico di proprietà a favore dell’idea di costo di guida mensile. Chi sceglie questo prodotto può saltare subito in sella alla moto versando solo un anticipo e pagando quindi rate mensili per due o tre anni. È il Cliente a stabilire l’esborso iniziale e l’ammontare delle 24 o delle 36 rate, in modo da arrivare poi comunque a un determinato Valore Futuro Garantito. Alla scadenza WAY2RIDE dà al Cliente la massima libertà, proponendogli tre possibilità: saldare la cifra restante e tenere la moto, restituirla al Concessionario o sostituirla con un’altra Suzuki.