La Via della Felicità – Avventura e sorrisi: da Roma al Bhutan in moto

"Riding for Happiness"; è un'avventura motociclistica unica nel suo genere, da Roma al Bhutan, attraversando 16 paesi e coprendo oltre 14.000 km.

viaggio via felicita carlo avati riding happiness roma bhutan operation smile moto roayal enfield himalayan

“Riding for Happiness”; è un’avventura motociclistica unica nel suo genere, da Roma al Bhutan, attraversando 16 paesi e coprendo oltre 14.000 km. Carlo Avati viaggerà dallo “Stivale” alla Terra del “Drago del Tuono”.

Lo scopo di questa avventura è di investigare i veri motori della felicità attraverso le culture, intervistando le persone che incontrerò lungo la strada mentre raccolgo soldi per Operation Smile.

viaggio via felicita carlo avati riding happiness roma bhutan operation smile moto roayal enfield himalayanCarlo Avati, 21 anni, in sella ad una Royal Enfield Himalayan, è pronto per iniziare il suo viaggio da Roma al Bhutan con uno spirito/obiettivo unico e per ridare il sorriso a 100 bambini. Partirà il 4 marzo 2019, con l’intenzione di raggiungere Thimphu, in Bhutan, entro la fine di agosto. Attraverserà 16 paesi e viaggerà per oltre 14.000 km.

“Il mio obiettivo è quello di interconnettere le prospettive più filosofiche e antropologiche sulla felicità detenute dalle persone che incontrerò, a quelle più economiche e scientifiche inserite nel “Gross National Happiness Index”(GNH) (Prodotto Nazionale Lordo di Felicità) sviluppato in Bhutan. Il mio obiettivo, al termine del viaggio, è di rimanere in Bhutan per un po’ per sviluppare ulteriormente il mio studio interculturale sulla felicità Bhutan: il primo paese che ha proposto la felicità come matrice per lo sviluppo nel 1972, con il re Jigme Singye Wangchuck che dichiarava: “Felicità nazionale lorda è più importante del prodotto interno lordo”!”

Felicità; è il significato e lo scopo della vita, l’intero scopo e fine dell’esistenza umana “Aristotele“.

Uno dei doni del viaggio è lo sguardo in altri modi di felicità e vita. Tutti vogliamo essere felici. Quando si guarda, però, più in dettaglio ad altre culture, si può riconoscere che la felicità, probabilmente la più universale delle emozioni, ha le sue connotazioni e circostanze distinte quando osservata attraverso lenti culturali differenti.

Gli studi hanno indicato diverse aree, tuttavia, la strada per trovare la felicità appare colorata e diversa per ognuno di noi. Se la felicità è diversa nelle diverse culture, non può servire per la valutazione comparativa delle culture. Se culturalmente variabile, la definizione di felicità può anche cambiare nel tempo e, in tal caso, non è un criterio valido per la scelta pubblica all’interno delle culture. La mancanza di prove empiriche rende molto difficile trarre conclusioni.

Attraverso Riding for Happiness, il mio obiettivo è, di fatto, di affrontare questa mancanza di prove e tentare di capire e collegare i “veri” motori della felicità intorno al nostro mondo, intervistando le persone che incontrerò lungo la strada tra Roma e il Bhutan.

viaggio via felicita carlo avati riding happiness roma bhutan operation smile moto roayal enfield himalayanRidare la felicità alla società è anche una componente fondamentale della missione. L’avventura, infatti, servirà anche come campagna di crowdfunding per raccogliere fondi per “Operation Smile“. Perché “Operation Smile”? Semplice! Perché un sorriso è l’espressione universale della felicità.

Che cos’è un sorriso ma alcuni muscoli facciali che spingono verso l’alto i bordi delle labbra? Eppure questo semplice atto, anche se forzato, trasforma l’intero volto e cambia il modo in cui una persona viene vista. È universale; superamento di religione, etnia, classe, genere e lingua.

Operation Smile è un ente di beneficenza medico internazionale che fornisce centinaia di migliaia di interventi chirurgici gratuiti per i bambini nei paesi in via di sviluppo che nascono con labbro leporino o altre deformità facciali.

SOLO il 6,3% di una stima di 312,9 milioni di procedure chirurgiche eseguite ogni anno va al terzo più povero della popolazione mondiale. Senza intervento chirurgico, 9 bambini su 10 nati con una condizione di schisi potrebbero morire. Donare a Operation Smile oggi significa nuovi sorrisi, nuove vite, nuovi futuri per i bambini e famiglie che sognano un’operazione che cambi la loro vita. Il mio obiettivo, attraverso Riding for Happiness, è raccogliere abbastanza soldi per 100 nuovi sorrisi.

L’indice di felicità nazionale lorda; (GNH) è stato sviluppato negli anni ’70 in Bhutan.

Il concetto propone che lo sviluppo sia misurato attraverso un approccio più olistico e dia uguale importanza agli aspetti non economici del benessere. L’Indice comprende sia aree tradizionali di interesse socio-economico sia aspetti meno tradizionali della cultura e del benessere psicologico. È una riflessione olistica del benessere generale piuttosto che una classificazione psicologica soggettiva della “felicità” da sola.

Il GNH affronta direttamente le sfide globali, nazionali e individuali a cui siamo attualmente confrontati, puntando alle radici non materiali del benessere e offrendo modi per bilanciare e soddisfare i duali bisogni dell’essere umano entro i limiti di ciò che la natura può fare fornire su una base sostenibile.

Seguite Carlo e la sua avventura su Motoexcape.com e aggiungerete la Via della Felicità alle strade da percorrere nella vita, in moto o con qualunque mezzo.

Don’t miss all the ITINERARIES and top BORGHI of Italy, NEWS, TOURS AND ADVENTURES of Moto Excape and our NEWSLETTERS.