Tutto pronto per la HAT Hardalpitour 2019 Sanremo-Sestriere

Tutto pronto per il più grande evento di adventouring italiano giunto alla sua 11^ edizione e che continua a riscuotere un successo sempre maggiore.

0
hat HARDALPITOUR sanremo sestriere
HAT HARDALPITOUR Sanremo-Sestriere (ed. 2018)

La più grande manifestazione Adventouring che porta tanti appassionati da Sanremo a Sestriere, prenderà il via venerdì 6 settembre con la presenza di 450 partecipanti in arrivo da 15 nazioni.

Ecco le novità principali:

  • Il grande ritorno del Dakariano Franco Picco in sella alla Yamaha Ténéré
  • Uno squadrone Yamaha con le nuovissime Ténéré 700 all’esordio sotto la guida della Blue Bike Camp
  • 20% di nuovi percorsi e passaggio nella Galleria dei Saraceni (Extreme)
  • Il nuovo Marathon Prize per chi completerà tutto il percorso

Tutto pronto per l’11^ edizione della HAT SANREMO-SESTRIERE che, con i suoi 450 partecipanti da tutta Europa (e non solo), si conferma ancora una volta il più grande evento Adventouring d’Europa. Festeggiati lo scorso anno dieci anni di vita in continua crescita, la HARDALPITOUR entra in una nuova stagione di maturità. L’evento è cresciuto in quantità e qualità e gli appassionati di Adventouring, provenienti da ben 15 nazioni tra cui, per la prima volta, Marocco e Russia, attestano con ancora una massiccia partecipazione il loro apprezzamento per questo viaggio-avventura un po’ folle e un po’ romantico, comunque ricco di valori ed emozioni.

Al centro di questa idea di “andare in moto” alla scoperta di paesaggi inconsueti e strade minori ci sono luoghi e persone. Ed è proprio su questo incontro che si manifesta l’essenza stessa della HAT.  Paradossalmente, sono le persone e i luoghi i veri protagonisti della HAT, i suoi partecipanti ne sono gli spettatori che vanno loro incontro in un susseguirsi rapido di scenari, attimi, esperienze, emozioni. L’Italia che va da Sanremo a Sestriere, con i suoi piccoli e grandi paesi, le sue montagne e le colline, i fiumi, i ponti e le piazze, è lo straordinario palcoscenico di uno spettacolo sotto forma di viaggio, che diventa avventura se aggiungiamo l’ingrediente fondamentale della HAT: la guida in fuoristrada.  Avventura che, se vissuta in questi termini di piacere e sicurezza, costituisce un vero “toccasana” per chi vuole rigenerare corpo e spirito.

HAT HARDALPITOUR Sanremo-Sestriere (ed. 2018)
HAT HARDALPITOUR Sanremo-Sestriere (ed. 2018)

Prestigiose riconferme e belle novità per l’edizione 2019 che partirà ancora da Sanremo, località molto gradita da partecipanti e accompagnatori. Rinnovata per il terzo anno la collaborazione con il Casinò di Sanremo, che ospiterà la HAT Night e il briefing. Il Piazzale Dapporto (ex Stazione), a ridosso del mare, ospiterà l’HAT Village con il palco partenza e gli stand dei numerosi partner della manifestazione, accogliendo il raduno dei tantissimi partecipanti.

Grande ritorno in sella a una YAMAHA Ténéré per il mitico Dakariano Franco Picco, che ha scritto le migliori pagine della sua storia rallystica proprio in sella ad una moto con i tre diapason. Dieci le sue partecipazioni alla Parigi Dakar negli anni ‘80, dove si è classificato 2° nelle edizioni 1988 e 1989, due le vittorie al Rally dei Faraoni (1986 e 1990). Picco sarà per la prima volta al via della HARDALPITOUR proprio in sella alla nuova YAMAHA Ténéré 700.

Insieme a Franco Picco, anche una nutrita squadra YAMAHA che vedrà la partecipazione di nuovi clienti in sella alla loro nuovissima e fiammante Ténéré 700, che è finalmente arrivata sul mercato e farà il suo esordio in una manifestazione Adventouring, proprio alla HARDALPITOUR. Ad accompagnare i clienti YAMAHA, nei due percorsi Classic e Discovery, ci saranno i campioni dell’enduro Giuseppe Gallino e Alessio Paoli, istruttori della Blue Bike Camp di Daniele Madrigali, la nuova scuola di guida fuoristrada dedicata alle moto adventure YAMAHA.

HAT HARDALPITOUR Sanremo-Sestriere (ed. 2018)
HAT HARDALPITOUR Sanremo-Sestriere (ed. 2018)

Diversi i nuovi percorsi off-road studiati per questa edizione tra la Liguria, nella zona di Bardineto e Bormida, e il Piemonte, nei pressi di Garessio e Caraglio. Il gran finale per la Extreme in Alta Val di Susa con l’attraversamento della Galleria dei Saraceni di recente riaperta al pubblico. Novità sarà anche il passaggio con sosta/ristoro serale a Cuneo, nella centralissima Piazza Foro Boario, un modo per avvicinare l’evento al pubblico. Tra le novità di questa edizione, l’istituzione del MARATHON PRIZE, un ulteriore riconoscimento per chi avrà compiuto il percorso fedelmente passando da tutti i punti di controllo, dimostrando massimo impegno, rispetto e perseveranza nel compimento del percorso HARDALPITOUR.

Come da tradizione HAT, saranno tre i percorsi:

  • EXTREME, un vero viaggio “maratona” della durata di 40-42 ore, su di un percorso di circa 850 km. Davvero suggestiva la partenza alle ore 23.00 del venerdì, sotto le luci dei riflettori che illuminano il palco partenza posto nell’HAT Village, alla presenza di tanti appassionati e curiosi;
  • CLASSIC, che prevede circa 24 ore in sella, inclusa la parte di guida in notturna, su un percorso di circa 530 km. Affrontare il percorso Classic significa affrontare la HARDALPITOUR così come è stata pensata originariamente, assicurando tutte le emozioni di un’esperienza indimenticabile. La partenza sarà alle ore 12 di sabato dal palco partenza dell’HAT Village;
  • DISCOVERY, della durata di due giorni su un percorso di circa 450 km di livello “facile”, che prevede la sosta notturna a Cuneo. É il percorso per chi vuole partecipare a questa manifestazione con un impegno minore ma vivendone comunque l’esperienza. La ripartenza è domenica mattina presto, per raggiungere Sestriere con un percorso scorrevole.

ORGANIZZAZIONE – Impegno al top anche dal punto di vista organizzativo, grazie ai circa 50 membri dello staff composto, come di consueto, dagli esperti di Base Luna, l’associazione piemontese della Protezione Civile specializzata in eventi motociclistici. E quest’anno saranno ben 20 i punti ristoro organizzati e suddivisi sui vari percorsi. Per quanto riguarda la sicurezza, continua l’utilizzo dei tracker GPS distribuiti ai team partecipanti che consentono di monitorare in tempo reale la geo-localizzazione sul territorio e d’inviare alla Centrale Operativa HAT eventuali richieste immediate di soccorso in caso di necessità.

PARTNER 2019 – Sempre più numeri i partner della HARDALPITOUR, con la presenza di YAMAHA MOTOR (moto), ANLAS (pneumatici), LS2 HELMETS (caschi), T.UR (abbigliamento), GARMIN (navigatori), KLIM (abbigliamento), ENDURISTAN (accessori), MBE (manifestazione fieristica), TCX (stivali) e PLOTTERFILMS (pellicole transfer).

SOLIDARIETÀ – Un pensiero di solidarietà alla HAT con A MANETTA, un laboratorio artigianale di stampa su tessuto all’interno del Carcere di Novara (nato grazie a Plotterfilms, altra azienda amica di HAT) che crea simpatiche t-shirt a tema “due ruote”, vendute anche sul posto. Il nome e il logo uniscono la passione per il motociclismo alla difficile condizione detentiva, o comunque di limitazione della libertà, con un’ironia speciale per chi ha bisogno di sostegno.

Per maggiori informazioni www.hatseries.com.

Non perdete gli ITINERARI e i BORGHI più belli d’Italia, VIAGGI e AVVENTURE, TOUR e SCUOLENOVITA’, gli EVENTI e le nostre NEWSLETTER. Photo Credit: Massimo Di Trapani