Mototurismo Adventouring – il successo della Transitalia Marathon

Transitalia Marathon 2018, da Rimini a Pescara, la grande festa del Moto Turismo Adventouring unito al grande spettacolo del World Rally Raid con tantissimi partecipanti!

Transitalia Marathon
Transitalia Marathon
Advertisement

Si è da poco conclusa la Transitalia Marathon, da Rimini a Pescara, la grande festa del Moto Turismo unito al grande spettacolo del World Rally Raid.

L'evento è ormai diventato famosissimo (con tanto di click day per le iscrizioni), ricco di sponsor e con una macchina organizzativa che lavora tutto l'anno.

Quest'anno abbiamo deciso di dare la "penna" ad un grande motociclista: Denis Propenso (Denispro), che ha concluso "a mani basse" l'edizione 2018 con la "piccola ma spettacolare" Honda CRF 250 rally.

sconto anlas pneumatici
Il Click Day L'avventura è cominciata a gennaio, il giorno dell'iscrizione, pronto davanti al PC alle 13 in punto sperando di rientrare tra i partecipanti all'evento. Dopo pochi minuti è arrivata la conferma, ce l'avevo fatta! Il 26 settembre sarei partito dal suggestivo palco della Transitalia Marathon. -1 The day before Sono arrivato a Rimini il mercoledì 26 settembre diretto in hotel e successivamente al parcheggio dove ho scaricato la moto e, senza fermarmi un attimo, sono corso in piazza dove ci sarebbe stata la partenza. Mi hanno controllato la moto, verificato se fosse a norma con il codice della strada, da li sono entrato nel parco chiuso dove mi hanno assegnato il numero, la tabella di marcia da marcare a tutti gli arrivi e i vari gadget. In attesa degli amici del gruppo "i Gavini di Patagonia", ho passato in rassegna le moto parcheggiate. Devo ammettere che erano tutte bellissime, ma la mia piccola Honda incuriosiva molti piloti. La moto che più mi ha colpito è stata la Guzzi Falcon del 1944 dello svizzero Hans Peter, la BMW degli anni '80 preparata da Fatichi che partecipò al Rally dei Faraoni e la Honda Africa Twin rally del team Boano, a mio parere, in assoluto la più bella. Arrivato "il gruppo dei Gavini", 10 amici fantastici, compresa Manuela, unica donna e ottima rider, abbiamo assistito alla cerimonia che apriva l'evento per poi infilare le gambe sotto al tavolo prima delle tre dure giornate che mi attendevano. D-Day 27 settembre La partenza è stata molto emozionante, anche grazie a Mirco Urbinati che ci ha fatto salire sul palco con il tappeto rosso, mi sembrava di essere alla partenza della Dakar! E finalmente si parte, tra scatti dei vari fotografi, musica e tanta voglia di fare strada. 1° TAPPA da Rimini a Passignano sul Trasimeno in Umbria, circa 280 Km Dopo aver percorso circa 20 km di asfalto, siamo entrati finalmente in modalità offroad. Disinserito l'ABS della ruota posteriore ho iniziato a divertirmi seriamente con la mia moto, molto più agile e leggera delle varie "vacche" come l'Husquavarna 701, il KTM 690 e le numerose BMW R 1200 GS, KTM 990, Honda Africa Twin e così via. La strada scorreva velocemente, annebbiati dalla tanta polvere che mi ha fatto sentire un pilota di rally professionista. Durante il percorso ci siamo fermati ai ristori che erano stati allestiti nei paesini lungo il percorso, c'era di tutto, da bere e da mangiare a volontà. Lungo il tragitto c'erano i ragazzi dello staff che ci indicavano dove passare e ci davano indicazioni sul percorso: che organizzazione! I paesaggi cambiavano ogni poco, dalle colline ai prati, alle alture dei monti, fino al lago Trasimeno dove siamo arrivati al tramonto, al cospetto di Mirco Urbinati che ritirava le schede da validare. Una giornata stupenda, conclusa con un'ottima cena e tante chiacchiere di moto ovviamente. 2° TAPPA verso Cascia circa 260 km Questa tappa, secondo lo staff, è considerata più impegnativa della precedente. Pronti, attenti, via!!! Gas a martello fin da subito, perché ormai la moto mi da una sensazione di sicurezza incredibile, sia nei lunghi tratti veloci che nelle discese ripide e pietrose. Supero molti piloti che poi provano a starmi dietro, ma c'è poco da fare, la moto è veloce, quindi non levo quasi mai gas, mentre i piloti delle grosse cilindrate devono gestire i tanti cavalli sia all'uscita di una curva che in salita, quindi riesco sempre ad essere più veloce, tranne che sul dritto (c'è poco da fare). Strade stupende anche oggi, difficile la scelta se guidare forte o godersi le meraviglie del nostro paese. Arrivo al termine della seconda tappa nel centro di Cascia, dove anche qui hanno organizzato un aperitivo con tanto di musica: che spettacolo! 3° TAPPA Cascia Pescara circa 310 km Mi sveglio talmente entusiasta che non sento nemmeno la stanchezza, e subito si parte con i miei amici Gavini, ingarellati come non mai. Arrivati ai piedi del Gran Sasso, ci ferma lo staff per dirci di rallentare e partire 3 alla volta, con velocità di 30 km orari. Il paesaggio è incantevole e la strada pure. Superato il tratto con il divieto abbiamo spalancato il gas e devo dire che ancora una volta sono stato il più veloce del mio gruppo, sempre su di giri quasi ti scordi di avere "solo" 25 CV. Arriviamo finalmente a Pescara al tramonto, vista mare: panorama di una bellezza unica accompagnato ovviamente da tanta birra, festeggiamenti, rombi di motori, belle ragazze, una grande cena e tanta bella da musica dal vivo. Finisce qui la mia prima Transitalia Marathon, realmente una stupenda manifestazione. Mi sono trovato in un vortice di emozioni uniche, bella gente, un'organizzazione impeccabile e, cosa più importante, ci siamo sentiti tutti fratelli, come in una grande famiglia. Ringrazio Mirco Urbinati e tutto il suo staff, gli amici e Tiziano Monti per l'assetto perfetto della divertentissima Honda CRF 250 rally! Denis Propenso (Denispro) - Photo Credits: Alessio Corradini
Bio sull'Autore: 41 anni, di Prato, di professione artigiano tessile (annodino per l'esattezza!). Motociclista e soprattutto endurista fin da bambino. Pratica il fuoristrada in tutte le sue declinazioni, dalla bici, alla moto alle auto. Protagonista di numerose motocalvalcate ed esperto dei percorsi estremi delle Colline della Calvana. Con l'Honda CFR 250 Rally ha partecipato ai seguenti eventi: Darty Track, Rally dell'Umbria, la Via del Cinghiale e la Transitalia Marathon, a breve in programma la Sardegna per una tre giorni di offroad intenso.transitalia marathon fmi denispro
"Transitalia Marathon è una bellissima manifestazione Turistica riconosciuta dalla FMI già alla sua prima edizione svoltasi nel 2015. Una nuova forma di turismo che,  rispetto al mototurismo classico, da la possibilità ai partecipanti di vivere le emozioni che si possono provare esplorando dei percorsi articolati anche su strade bianche e che mettono i partecipanti a stretto contatto non solo con la cultura, l'arte e la storia del nostro Paese ma anche con le bellezze della natura che l'Italia offre in tutte le sue molteplici forme. Un turismo nuovo e bellissimo che attraverso manifestazioni come il Transitalian Marathon non potrà che vedere nel prossimo futuro un notevole incremento." Giovanni Copioli - Presidente Federazione Motociclistica Italiana

Advertisement
Yamaha
Monica Avanzi
La professionista della comunicazione e delle pubbliche relazioni, sempre vicina alle esigenze del nostro team, capace di rendere sempre molto più semplice il dialogo tra Stampa e Aziende. Appassionata di viaggi, fotografia e delle brevi fughe in moto.